S. ROSARIO ANIMATO

 

 

 

La grande Famiglia del Piccolo Cottolengo Milanese ringrazia sentitamente il gruppo delle Dame di Lourdes e il Dott. Carlo Spinelli, Presidente di OFTAL Milano, per aver preso parte al S. Rosario Animato di sabato 26 maggio, recitato presso la grotta della Madonna di Lourdes nel giardino dell’istituto.

 

 

I cinque Misteri sono stati intercalati da canti mariani che hanno rievocato la tipica atmosfera suggestiva presente attorno alla grotta di Lourdes e da alcune letture tratte da “Le più belle pagine di Don Orione”, che hanno raccontato l'amore e la grande devozione del nostro Santo Fondatore nei confronti della Madre di Dio.

 

 

"Maria, noi veniamo ai tuoi piedi con letizia e gioia, con amore e fiducia di figli."
San Luigi Orione

 

 

ONORIAMO E AMIAMO MARIA!
(Da “Le più belle pagine di Don Orione”)

La benedetta fra le donne volle apparire tutta biancovestita, e all’umile fanciulla disse: “Il sono l’Immacolata Concezione!”. E con le ripetute apparizioni e i continuati prodigi si degnò confermare il consolante dogma della Immacolata, proclamato quattro anni innanzi dall’angelico e grande Papa Pio IX.

Maria è Immacolata, e piena di grazia per Sé e per tutti i figliuoli di Eva, perché a tutti doveva essere esempio e Madre. E tutto lo splendore, la purezza, le grazie degli Angeli e dei Santi del cielo, insieme riunite, non possono affatto eguagliare lo splendore, la purezza immacolata, la pienezza delle grazie onde va adorna e risplende…

Onoriamo, dunque, Maria con la preghiera,
col diffonderne del culto;
con devozione tenerissima
e con imitarne le virtù.
Perfezioniamo la nostra anima
con opere di fede e amore
a Dio e ai fratelli.
Onoriamo Maria, deponendo l’orgoglio,
e vivendo in umiltà grande:
Maria fu tanto umile!

Onoriamo Maria!
E stacchiamo il nostro cuore
dai beni di questa misera terra,
chè, quaggiù, ogni cosa è vanità,
e le ricchezze caduche
e il fumo degli onori
e le voglie dei sensi;
tutto è disinganno!
Amiamo la beata e spirituale povertà;
tanto cara alla Madonna:
leviamo alto lo spirito alle cose invisibili,
e corriamo là dov’è gaudio sempiterno!

Onoriamo, Maria!
Invochiamola, supplichiamola di infonderci
un po’ della sua immacolata purezza
e di purificarci;
di darci la mano e di condurci;
di darci la semplicità del cuore puro,
che vede Dio, che intende Dio;
ci dia la Santa Madonna
l’amore di Gesù sopra ogni cosa,
e forza di volontà
per camminare virilmente con Cristo!

Onoriamo e amiamo Maria!
Amiamola da figli, dolcissimamente,
e amiamo tanto!
Domani in cielo ci uniremo agli Angelo e a Lei,
nella gioia, nel gaudio ineffabile;
e, in Maria Santissima e con Maria,
onoreremo e ameremo eternamente Iddio!

 

 

LA GRAN MADRE CHE NON MUORE
(Da “Le più belle pagine di Don Orione”)

Maria! Maria Santissima!
Non sei tu “il secondo nome”?
E vi è nome più soave e più invocato,
dopo il nome del Signore?
Vi è umana creatura,
vi è donna, vi è madre più grande,
più santa, più pietosa?

Le nostre madri passano, muoiono:
Maria, Madre delle madri nostre,
è la gran Madre che non muore.
Sono passati venti secoli, ed è più viva oggi
di quando cantò il Magnificat
e profetizzò che tutte le generazioni
l’avrebbero chiamata beata.

Maria resta, vive e resta,
perché Dio vuole che tutte le generazioni
la sentano e la abbiano per Madre.
Maria è la gran Madre che splende di gloria e di amore
sull’orizzonte del cristianesimo,
è guida e conforto a ciascuno di noi:
è potente e misericordiosissima Madre
per tutti che la chiamano e la invocano.

E’ la misericordiosa e la santissima Madre
che sempre ascolta i gemiti di chi soffre,
che subito corre ad esaudire le nostre suppliche.

E’ Dio che la fece tanto grande:
“fecit mihi magna qui potens est”
e la fece grande perché la vide umilissima,
“quia respexit himilitatem ancillae suae”
e la fece grande, piena di grazia,
benedetta sovra tutte le donne,
tutta pura e immacolata,
perché la scelse per Madre,
e, perché tale, la vuole sommamente onorata
sovra ogni creatura,
e l’onore dato a Lei
sale al Figlio suo, all’uomo-Dio,
a Gesù Cristo Signore Nostro.

Questa è la nostra fede in Maria, il nostro culto
e il nostro dolcissimo amore
alla Santa Madonna, alla Mater Dei.
E noi andiamo a Gesù per Maria.
I pastori cercarono Gesù,e lo trovarono nelle
braccia di Maria.
E noi, o miei figli, noi,
poveri peccatori,dove troveremo
ancora e sempre Gesù?
Lo ritroveremo e lo adoreremo,
tra le braccia e sul cuore di Maria!